Pubblicato il

Avanti a tutta coppia!

Il piccolo motore centrale TSDZ2 a controllo di coppia non cessa di crescere e di migliorarsi, e in EthosBikes facciamo di tutto per offrire al meglio questa grande opportunità di dotare le bici convenzionali di prestazioni paragonabili alle migliori e-bike native.
Siamo lieti di poter annunciare una riduzione del prezzo al pubblico, mentre al contempo continua ad aumentare la qualità dell’offerta, grazie al costante lavoro di miglioramento da parte del produttore e alla nostra ricerca di componenti che ne completino al meglio la funzionalità.

Approfittiamo allora di questa occasione per mostrare alcune delle migliorie introdotte di recente. La più evidente riguarda il nuovo disegno del supporto corona (a destra il vecchio modello):

Oltre alla verniciatura nero opaco, che sicuramente migliora l’estetica del sistema, è stato migliorato il disegno della tenuta strisciante sull’asse pedali, ora più compatta ed efficace.
Sul retro del motore si nota invece la scomparsa della nervatura semicircolare, sostituita da una più piccola e interna, e lo smusso che ora gira tutto intorno alla scatola della riduzione secondaria:

Queste modifiche rendono più facile l’inserimento del motore nel movimento centrale della bici, minimizzando la possibilità di interferenze con parti del telaio.

Una importante modifica è anche nascosta sotto il carter del motore: la trasmissione secondaria è ora a denti elicoidali, a tutto vantaggio della fluidità dell’accoppiamento tra gli ingranaggi e quindi della silenziosità del sistema:

Anche il carter stesso è cambiato: ha ora 4 punti di fissaggio anziché 3 ed è dotato di migliori guarnizioni di tenuta.

A richiesta è inoltre disponibile un nuovo sensore ruota: il suo connettore verso il motore è stato sdoppiato e sulla seconda uscita è ora possibile inserire uno speciale cavetto, sdoppiato anch’esso, che permette di alimentare due luci LED (anteriore/posteriore). L’erogazione della corrente a 6V avviene azionando il comando di retroilluminazione del display. E’ una funzionalità questa che farà molto piacere non solo a chi ha in mente un uso stradale della bici, ma anche a chi pratica il fuoristrada notturno e ha bisogno di una sogente di luce potente e affidabile.

Oltre alle eccellenti batterie Phylion di cui abbiamo abbondantemente parlato, da oggi proponiamo una serie di corone 110BCD in Ergal con dente anticaduta prodotte dalla ditta Taiwanese FIRST Components espressamente per noi. Queste corone permettono di scendere fino a 34 denti mantenendo il supporto originale del motore, garantendo la tenuta anche ad angoli elevati grazie al profilo narrow-wide.
Abbiamo inoltre realizzato un paramotore in lega d’alluminio, pensato per essere adattato facilmente alle varie configurazioni di bici che si possono incontrare. Oltre alla funzione protettiva il paramotore fornisce un ulteriore punto di ancoraggio del motore, utile con le bici bi-ammortizzate ed in tutti gli altri casi in cui non è possibile utilizzare la normale staffa di ancoraggio.

Oggi più che mai il mid drive Tongsheng si conferma come il motore a controllo di coppia più performante e con il miglior rapporto qualità/prezzo sul mercato retrofit.
EthosBike a sua volta conferma l’impegno a supportare al meglio, con competenza e idee innovative, coloro che vorranno cogliere questa opportunità per dare nuova vita alle loro bici.

Pubblicato il

Bella, grassa e cattiva!

IMG_20160115_161726~2 (1)Dopo tandem, tricicli, fixed, anche una fat bike va ad aggiungersi all’elenco delle “speciali” trasformate da EthosBikes. Anche qui il motore rende fruibile a tutto campo un mezzo che avrebbe altrimenti specifici limiti d’uso. Per capirci, scendere per un campo innevato con una fat è un’emozione unica, ma salire?

Motorizzare questa bella KHS 3000, con il suo movimento centrale da 120mm è stato impegnativo, ma il risultato ci ripaga dello sforzo. Abbiamo utilizzato il classico motore BBS01 da 250W, a riprova che non sono necessarie potenze motociclistiche per ottenere buoni risultati, solo si è rimappato la centralina per adattarla al particolare mezzo.

IMG_20160115_162248~2

Abbiamo inoltre adottato una corona anticaduta a 36 denti, per sopportare il disassamento della catena mantenendo sufficientemente corti i rapporti, ed un sensore di cambiata per non sollecitare troppo la trasmissione nei cambi sotto sforzo.

In un secondo momento infine abbiamo messo mano al bisturi per sollevare di un paio di cm il motore, che ora risulta perfettamente orizzontale. Estetica a parte questo riduce i rischi di impatto su rocce e gradini.
Abbiamo poi del tutto eliminato la classica staffa di supporto del Bafang centrale, resa ancora più antiestetica dalle prolunghe richieste dal larghissimo telaio. Risultato: linea pulita ed essenziale, ed un pizzico di mistero su come si regga il tutto…

IMG_20160225_163027~2